Trapianto adiposo

Procedura

Di solito è eseguito in regime di ricovero di una notte, dura circa 1-2 ore a seconda delle necessità correttive, e viene eseguito in sala operatoria con una sedazione profonda. Interventi più limitati, della durata di meno di un’ora, possono essere anche eseguiti solo in anestesia locale e non richiedere la degenza di una notte.

Il tessuto adiposo necessario ad adeguare il volume o a riempire il difetto viene solitamente prelevato mediante aspirazione con una siringa collegata ad una piccola cannula, come nella liposuzione, che viene introdotta nel grasso situato sotto la pelle attraverso una o più, piccole incisioni prossime ad un’area con disponibilità/eccesso di tessuto da prelevare (pancia o cosce) e talvolta da correggere contestualmente. Una volta prelevato il tessuto adiposo, viene centrifugato al fine di separare la parte liquida da quella corpuscolata ed impiantare unicamente l’ultima contenente gli adipociti. Nella fase finale il tessuto adiposo concentrato viene reiniettato nella zona da correggere, mediante una cannula ancora più piccola, che viene spinta attraverso il difetto fino a raggiungere la zona interessata dove, con movimenti ripetuti a ventaglio, viene impiantato. Le piccole ferite d’accesso della cannula vengono suturate con un sol punto e medicate, ed ancora in sala operatoria, se necessario viene applicata una panciera elastica.

 

Torna su
Content e graphic design studio idea comunicazione studio idea comunicazione Sviluppo PanPot

Redazione Barbara Fabiani