Seno Controlaterale

Che cos'è

L'adeguamento del seno controlaterale è talvolta necessario per ottenere una simmetria di volume e posizione tra le due mammelle. La sua necessità è minore nelle ricostruzioni del seno con tessuti autologhi (DIEP) rispetto a quelle con espansore e protesi.

Il Prof. Santanelli è in assoluto il primo chirurgo a adeguare il seno controlaterale durante lo stesso intervento di ricostruzione mammaria, quando però per la ricostruzione del seno si utilizzano i tessuti autologhi, conseguendo ottimi risultati. Questa strategia consente talvolta di ridurre tutto l'iter chirurgico ad un tempo unico che prevede, la mastectomia, la ricostruzione del seno, la ricostruzione del neocapezzolo e l'adeguamento della mammella controlaterale.

Ciò è talvolta possibile anche se si usano tecniche miste quale il lembo Gran Dorsale con protesi, in particolare se in presenza di notevole asimmetria residua.

Meno percorribile in caso di ricostruzione con espansore e protesi.

 
Torna su
  • Mastopalstica di riduzione per adeguamento del volume controlaterale.
  • Risultato finale della matoplastica riduttiva.
  • Cicatrici di accesso per la mastoplastica additiva di adeguamento.
  • Mastoplastica additiva sottomuscolare di adeguamento.
  • Tecnica di Mastopessi di adeguamento, l'area tratteggiata rappresenta la cute in eccesso da ridurre per sollevare il seno.
  • Riposizionamento del capezzolo e sollevamento del seno controlaterale mediante Mastopessi di adeguamento.
Content e graphic design studio idea comunicazione studio idea comunicazione Sviluppo PanPot

Redazione Barbara Fabiani