Espansore e Protesi

Risultati

Rispetto ad una ricostruzione con tessuti autologhi, le maggior parte delle volte la coppa è meno naturale, nella forma e nell’attaccatura al torace e la pelle appare molto tesa. 

Questo non significa che per molte donne il risultato non sia soddisfacente e per loro risolutivo. Una donna con un volume del seno così recuperato, vestita ha un aspetto del tutto normale e quando l’intervento è eseguito al meglio può anche portare delle scollature.

Ma il fattore più importante da valutare sono le complicanze legate all’uso della protesi, in particolare i possibili spostamenti della protesi stessa, le infezioni e le contratture capsulari. Queste ultime sono il risultato del tentativo del sistema immunitario di isolare il corpo estraneo rappresentato dalle protesi; si tratta di una sostanza biologica che circonda la protesi,  si indurisce e a volte la stringe compromettendo, nei casi più seri, il risultato estetico e provocando fastidi anche importanti.

Questi problemi si verificano relativamente spesso e possono comportare il ritorno in sala operatoria.

Se insorgono complicanze infettive si cerca di intervenire per risolverle, altrimenti si debbono togliere le protesi per poi reinserirle una volta completata la terapia antibiotica.

Anche la tecnica con il lembo Grand Dorsale + protesi non è esime da questi problemi, ma sono meno frequenti poiché non si ricorre ai molteplici riempimenti dell'espansore, alla sostituzione con la protesi definitiva e soprattutto perchè il muscolo Gran Dorsale protegge la protesi.

In ogni caso, soprattutto prima dei progressi nella microchirurgia vascolare e nella ricostruzione con tessuti autologhi, in particolare con lembo diep, la tecnica con espansore e protesi ha significato moltissimo per la ricostruzione del seno per molte donne, e continua ad essere un’opzione.  

Un’altra cosa da valutare è il differenziarsi, con il tempo, del seno ricostruito con protesi e quello naturale, e il diverso comportamento, ad esempio, quando si è distese.

Alcune donne preferiscono affrontare queste asimmetrie chiedendo di intervenire anche sull’altro seno.

Torna su

Vai a Domande Frequenti su Espansore e protesi

Content e graphic design studio idea comunicazione studio idea comunicazione Sviluppo PanPot

Redazione Barbara Fabiani